Il tuo telefono e computer stanno invecchiando la tua pelle?

Da tempo sentiamo tutti parlare dei potenziali effetti collaterali di passare troppo tempo davanti ai nostri computer e schermi di smartphone. La parola è che la luce blu sta rovinando i nostri cicli di sonno e può causare un serio affaticamento degli occhi. Ora, sembra che abbiamo un'altra cosa da aggiungere all'elenco delle conseguenze della nostra dipendenza dalla tecnologia: l'invecchiamento precoce.

La scienza della luce blu

Potresti ricordare dalla lezione di scienze che esiste un intero spettro elettromagnetico di luce che è definito dalle lunghezze d'onda dell'energia prodotta da una sorgente luminosa. Lo spettro include la luce che è sia visibile che invisibile all'occhio umano. I famigerati raggi ultravioletti emessi dal sole si trovano incastonati tra i raggi X e la luce visibile nello spettro. La luce blu emessa dall'elettronica fa parte della transizione tra la luce UV e la luce visibile lungo lo spettro.

La scienza ha avuto tutto il tempo per dimostrare perché dobbiamo proteggerci dai raggi ultravioletti, ma per quanto riguarda le altre fonti di luce con cui veniamo spesso in contatto, come la luce blu emessa dai nostri dispositivi elettronici?

Considerando che la persona media trascorre più di due ore al giorno con il proprio smartphone in mano, sta diventando sempre più importante capire davvero cosa sta succedendo a livello cellulare mentre passiamo così tanto tempo a confrontarci faccia a faccia con il tenue bagliore di luce blu.

La persona tipica è esposta a una grande quantità di luce blu. Considera quante professioni richiedono tempo trascorso davanti a uno schermo e poi aggiungilo alle ore trascorse a dedicarti all'uso personale della tecnologia. Aggiungete ad esso che la luce blu si trova anche nella luce solare naturale e improvvisamente ne siamo stati bombardati.

Il motivo per cui siamo preoccupati per la luce blu è che all'estremità estrema, confina e attraversa leggermente la zona della luce UV. Sappiamo che i raggi UV causano un invecchiamento precoce insieme allo stress ossidativo e sembra che l'esposizione alla luce blu possa avere alcune delle stesse conseguenze.

Come la luce blu danneggia la pelle

Sebbene sia ancora necessaria una grande quantità di ricerche sugli effetti a lungo termine dell'esposizione prolungata alla luce blu, quello che sappiamo è che ci sono alcune prove che suggeriscono che l'esposizione che stiamo attualmente ricevendo indebolisce la nostra pelle.

Proprio come i raggi UV, la luce blu può penetrare più in profondità nella pelle e causare stress ossidativo a livello cellulare. Lo stress ossidativo è solo un altro modo per dire i radicali liberi e ne abbiamo tutti sentito parlare abbastanza da sapere che non è una buona cosa.

Si sospetta che la causa sia l'esposizione prolungata alla luce blu su base regolare iperpigmentazione, infiammazione e indebolimento della pelle dovuto alla degradazione del collagene e dell'elastina. Possiamo racchiudere tutto questo in un pacchetto non così carino chiamato foto-invecchiamento.

Sebbene dovremmo essere tutti consapevoli degli effetti dell'esposizione alla luce blu, i millennial in particolare sembrano essere a rischio maggiore. Gli individui in questa fascia di età generazionale vengono mostrati per controllare i loro telefoni più frequentemente e concedersi più tempo davanti allo schermo rispetto a gen-Xer e baby boomer. Poiché i millennial più anziani stanno raggiungendo i 40 anni, l'invecchiamento precoce dovuto all'esposizione alla luce blu sta diventando una preoccupazione maggiore.

Cosa si può fare per prevenire "Screenface"?

Una delle preoccupazioni più serie riguardo all'esposizione alla luce blu è che il danno si insinua lentamente, il che significa che spesso siamo inconsapevoli e impreparati fino a quando non è troppo tardi. In realtà non ci sono segnali di avvertimento visibili come il rossore che deriva da una scottatura solare dovuta a un'eccessiva esposizione ai raggi UV.

Invece, potresti svegliarti un giorno e sentirti un po 'più stanco che insolito. Potrebbe esserci un nuovo, persistente sfogo o un'insolita macchia di pelle secca. Queste linee sottili diventano gradualmente più evidenti man mano che la pelle perde il suo normale splendore. Alla fine, attribuiamo tutto allo stress e alla fatica e pensiamo poco a come il tempo che passiamo davanti ai nostri schermi potrebbe contribuire al problema.

Proteggere la tua pelle dagli effetti della luce blu non significa rinunciare del tutto ai tuoi dispositivi. Certo, non è una cattiva idea metterli giù e fare una pausa ogni tanto. Ma sappiamo anche che siamo arrivati ​​a un punto in cui siamo diventati dipendenti dalla tecnologia per il nostro lavoro e le nostre attività quotidiane. Pertanto, dobbiamo adattarci.

L'approccio migliore per proteggere la tua pelle dalla luce blu è proattivo che include la modifica dei tuoi dispositivi, la protezione della tua pelle all'esterno e il nutrimento con cibi ricchi di antiossidanti all'interno.

Il primo passo consiste nel fermare il danno da dove inizia. I filtri per schermi a luce blu sono disponibili per ogni tipo e dimensione di dispositivo. Li metti sullo schermo e filtrano una buona parte dei raggi dannosi per ridurre l'impatto sulla pelle. Un filtro schermo è anche una buona idea per proteggere i tuoi occhi, che hanno dimostrato di subire anche le conseguenze di un tempo eccessivo sullo schermo. Gli occhiali che filtrano la luce sono un'opzione, ma non è il primo nell'elenco per la maggior parte delle persone. Dopotutto, è scomodo cercare "occhiali da sole" speciali ogni volta che vuoi controllare le notifiche.

Nel frattempo, abbassare la luminosità dei tuoi dispositivi può aiutare a ridurre la quantità di luce blu che raggiunge la tua pelle e proteggere gli occhi da affaticamento e tensione.

Rimedi per la cura della pelle per l'esposizione alla luce blu

Il giusto approccio alla cura della pelle può ridurre l'effetto della luce blu sulla pelle e aiutare a riparare i danni che potrebbero essersi già verificati. Qual è il segreto per una cura della pelle proattiva? Una parola - antiossidanti.

Come accennato in precedenza, il danno alla pelle causato dall'esposizione alla luce blu è dovuto ai cambiamenti cellulari per mano dei radicali liberi. I radicali liberi sono fondamentalmente molecole rinnegate che vanno in giro causando danni a molecole sane e alla fine cambiando la funzione delle cellule. Il modo migliore per combattere i radicali liberi è neutralizzarli con antiossidanti.

Gli antiossidanti sono diventati ingredienti molto popolari nella cura della pelle. Non eseguono la magia in alcun modo, ma sono una delle difese numero uno contro l'invecchiamento precoce perché possono proteggere le cellule della pelle dai danni causati dalle tossine e dallo stress ambientale. Probabilmente riconoscerai alcuni di questi potenti ingredienti antiossidanti per la cura della pelle.

  • astaxantina
  • Estratto di melograno
  • Coffeeberry
  • Tè verde
  • Retinolo
  • Vitamina E
  • Vitamina C
  • niacinamide
  • Coenzima Q10

La scelta di prodotti per la cura della pelle di alta qualità infusi con antiossidanti e altri ingredienti naturali è uno dei modi migliori per proteggere la pelle dall'inevitabile luce blu. Per il massimo livello di protezione, applica un siero leggero o una crema idratante che contenga ingredienti antiossidanti al mattino dopo aver deterso delicatamente la pelle. Ciò contribuirà a preparare e proteggere la pelle dai danni della luce blu.

Quindi, alla fine della giornata, aiuta i processi di recupero e riparazione della tua pelle applicando un trattamento notturno antiossidante prima di andare a letto. Il tempo che trascorri a dormire è fondamentale per la riparazione e il ringiovanimento delle cellule, quindi gli antiossidanti che applichi alla tua pelle prima di andare a letto sono particolarmente utili per combattere la guerra contro l'invecchiamento precoce. Tuttavia, c'è una condizione ...

Spegni la tecnologia!

L'ultima cosa che vuoi fare è mandare a letto la tua pelle con una sana dose di luce blu per interferire con i naturali processi di riparazione. Inoltre, è stato dimostrato che l'utilizzo di dispositivi tecnologici, compreso lo smartphone, subito prima di andare a dormire sbilancia il tuo orologio biologico e interrompe la normale produzione di melatonina. Anche se ti addormenti facilmente, gli effetti residui possono influenzare la qualità del sonno che stai ricevendo e la mancanza di un sonno di qualità non è solo un male per la tua pelle, ma può anche avere effetti evidenti sulla tua salute fisica e mentale.

La soluzione? Prometti a te stesso di tenere la tecnologia fuori dalla camera da letto e di spegnerla almeno un'ora prima di andare a letto. Sarà ancora lì al mattino, ma lo devi al tuo corpo per dargli il tempo di riprendersi dalla giornata. Invece di scorrere il telefono un'ultima volta, prova ad adottare un rituale della buonanotte che ti rilassa e incoraggia sane abitudini di sonno.

Dovresti usare la protezione solare?

Ebbene sì, ma non solo per la tua esposizione alla luce blu. La maggior parte di noi sa che è importante proteggere la nostra pelle dai raggi UV, sia che andiamo in spiaggia o che siamo seduti davanti a una finestra soleggiata tutto il giorno. I raggi UV possono penetrare il vetro, i vestiti e l'ombra, quindi è importante avere sempre lo strato di protezione extra fornito dalla crema solare. Questo è il motivo per cui negli ultimi anni così tanti produttori di cosmetici hanno deciso di includere SPF direttamente nelle loro formulazioni dei prodotti.

Anche se non troverai una crema solare specifica per la luce blu, un prodotto ad ampio spettro e ad alto SPF può sicuramente aiutare a proteggere la tua pelle dall'esposizione. Se sai che trascorrerai una notevole quantità di tempo davanti a uno schermo, ad esempio al lavoro, dedica del tempo ad applicare un SPF leggero su viso, collo e mani.

Nutri te stesso

Infine, prenditi il ​​tempo per nutrire adeguatamente il tuo corpo. Una dieta ricca di cibi ricchi di antiossidanti e ricca di prodotti freschi aiuterà a combattere lo stress ossidativo prodotto dalla luce blu. Ma metti giù il telefono o chiudi il laptop prima di mangiare.

Invece, prenditi un po 'di tempo lontano dalla tecnologia, assapora i tuoi pasti e lavora per adottare un po' di tempo "lento" nella tua giornata. Passa un po 'di tempo senza tecnologia con la famiglia e gli amici, o semplicemente goditi la quiete e l'assenza di distrazioni per alcuni minuti. Scollega, rilassati e sii presente nel momento.

Forse proprio lì c'è la chiave per prevenire l'invecchiamento precoce. La luce blu può contribuire all'invecchiamento precoce, ma prendere una piccola pausa dalla tecnologia può migliorare la tua vita in altri modi. Un po 'di splendore interiore fa molto per preservare il tuo splendore esteriore.

Leave a comment

All comments are moderated before being published