Combattere l'infiammazione cronica

Ti ricordi l'ultima volta che ti sei storpiato un dito del piede o ti è stato regalato un brutto morso da una zanzara? Probabilmente hai notato che l'area lesa è diventata rossa, gonfia e forse anche calda al tatto. Quello che stavi vivendo, a parte il dolore della ferita, era uno dei meccanismi di difesa più forti del tuo corpo, altrimenti noto come infiammazione.

L'infiammazione è stata recentemente oggetto di cattiva stampa. Si pensa che l'infiammazione sia alla radice di molte malattie croniche e molte più persone stanno sperimentando i suoi effetti che mai. Nonostante ciò, è importante sapere che l'infiammazione in sé non è il cattivo. Infatti, reazioni infiammatorie naturali come quelle sopra menzionate sono effettivamente necessarie.

L'infiammazione è un insieme di reazioni protettive che coinvolgono vasi sanguigni, globuli bianchi, fluidi e proteine. Questi componenti lavorano insieme per formare una difesa abbastanza potente da impedire ai batteri e ad altri agenti patogeni di invadere e distruggere il tuo corpo. L'infiammazione aumenta anche il flusso sanguigno a un'area ferita che aiuta ad accelerare il processo di guarigione. Per quanto possa sembrare strano, se la tua caviglia storta non fosse infiammata, ci vorrebbe davvero molto più tempo per guarire.

Sebbene l'infiammazione abbia uno scopo prezioso, un'infiammazione cronica o di lunga durata può portare a problemi di salute gravi, a volte devastanti. L'infiammazione cronica è definita come un'infiammazione persistente, che a volte dura settimane, mesi o addirittura anni. Quando è presente un'infiammazione cronica, i tessuti infiammati non sono in grado di riparare e riprendersi dall'agente infiammatorio. Questo continuo stato di infiammazione si traduce in una progressione dei cambiamenti nelle cellule dell'area infiammata, con conseguente mutazione o distruzione di cellule normalmente sane.

Se sai di soffrire di infiammazione, può essere abbastanza facile affrontarlo e curarlo. Ad esempio, puoi sollevare e ghiacciare una caviglia gonfia. Se hai un'infezione da una ferita, puoi assumere antibiotici o trattarla per via topica. Il vero pericolo deriva dall'infiammazione che non puoi vedere o nemmeno sentire. A volte, da qualche parte nel tuo corpo, l'infiammazione può iniziare come un lieve disturbo, ma poi non si attenua mai. Si ritiene che questo tipo di infiammazione tranquilla sia la causa alla base di molte gravi condizioni di salute, tra cui:

  • Malattia cardiovascolare
  • Diabete
  • Artrite
  • Disturbi autoimmuni come il lupus e il morbo di Crohn
  • Condizioni infiammatorie della pelle come eczema e psoriasi
  • Invecchiamento prematuro
  • Sinusite cronica
  • allergie
  • Asma
  • Malattia parodontale
  • Depressione e ansia
  • Cancro

La buona notizia è che l'infiammazione cronica, anche quando non sai che è presente, non è solo curabile, ma anche prevenibile. Il primo passo è riconoscere le fonti dell'infiammazione cronica. Questi sono i trigger che possono avviare la reazione infiammatoria iniziale. Con queste conoscenze, puoi valutare accuratamente i tuoi rischi e da lì iniziare a fare cambiamenti e diventare proattivo nella lotta per proteggere la tua salute.

Trigger # 1: stress cronico

Proprio come l'infiammazione, lo stress è una risposta naturale e necessaria a stimoli potenzialmente dannosi o pericolosi. Lo stress può anche essere una reazione alle cose belle della vita, come iniziare un nuovo fantastico lavoro o accogliere un nuovo bambino nella tua vita. L'eccitazione che senti e le farfalle nello stomaco sono un tipo di reazione allo stress.

Inoltre, proprio come l'infiammazione, il problema dello stress si verifica quando diventa cronico. Lo stress cronico è una condizione che si verifica quando c'è un'esposizione continua a fattori scatenanti stressanti che provocano il rilascio di ormoni indotti dallo stress, come il cortisolo. L'eccesso di cortisolo nel corpo è stato collegato ad aumento di peso, malattie cardiache e diabete.

Noti una somiglianza tra cortisolo e infiammazione? Entrambi sembrano essere i precursori di molte delle stesse malattie. C'è un delicato equilibrio tra cortisolo e infiammazione. Il cortisolo funziona effettivamente per ridurre l'infiammazione. Tuttavia, quando c'è un eccesso di cortisolo nel tuo corpo, come nel caso dello stress cronico, l'ormone inizia a indebolire il tuo sistema immunitario.

Un sistema immunitario indebolito combinato con il sovraccarico di cortisolo aumenta effettivamente l'infiammazione il livello di infiammazione nel tuo corpo. Questo è il motivo per cui quando sei stressato, hai maggiori probabilità di ammalarti e avere più difficoltà a recuperare.

Trigger n. 2: peso in eccesso

Se stavi cercando un altro po 'di motivazione per perdere qualche chilo, potrebbe essere questo. Portare in giro un peso in eccesso, anche da dieci a venti libbre, può causare una risposta infiammatoria continua.

Le cellule adipose, proprio come tutte le altre cellule del tuo corpo, inviano segnali quando si sentono angosciate o avvertono un attacco. Per dirla semplicemente, mentre le cellule di grasso si accumulano, si espandono anche loro. Questo mette ulteriore stress e pressione su ciascuna delle cellule inducendole a inviare segnali di pericolo.

Con un tempo sufficiente, i segnali di pericolo emessi dalle cellule adipose causeranno un'infiammazione cronica, che alla fine farà sì che le cellule sane diventino resistenti all'insulina, altrimenti nota come la condizione chiamata diabete.

Trigger # 3 Un intestino malsano

Sai che circa il settanta per cento delle tue cellule immunitarie trova la loro casa nell'intestino, principalmente nell'intestino tenue? All'interno del tuo sistema digestivo risiede una colonia di batteri e altri microbi. Il loro numero è enorme e servono allo scopo importante di mantenere sano non solo il tuo intestino, ma l'intero corpo. Questo è un lavoro serio per ragazzi così piccoli.

Quando l'equilibrio dei microbi è giusto, forniscono equilibrio e armonia. Quando l'equilibrio è spento, siamo più suscettibili alle malattie e alle infiammazioni. La crescita eccessiva di batteri cattivi, o la mancanza di batteri buoni per combatterla, invia segnali al sistema immunitario che risponde innescando una risposta infiammatoria.

Il problema è che mentre l'infiammazione lavora per combattere i batteri intestinali cattivi, provoca anche squilibri nella flora. Ciò che risulta è un circolo vizioso di infiammazione che cerca di proteggere l'intestino, causando anche ulteriori danni che a loro volta causano più infiammazione. Se pensi che questo suona vagamente come il "che è venuto prima, la gallina o l'uovo?" dilemma, hai ragione.

Trigger # 4 Cattive abitudini

Potremmo rompere le abitudini una per una, ma in realtà non è necessario. Sai già che cattive abitudini di vita come il fumo, il consumo eccessivo di alcol e le cattive abitudini alimentari sono terribili per la tua salute. Ognuna di queste abitudini può causare cambiamenti nelle cellule che portano a reazioni infiammatorie croniche, solo in modi leggermente diversi.

Il fumo potrebbe portare al cancro ai polmoni, che è causato da cellule mutate che erano cronicamente infiammate. La malattia del fegato è il risultato di un meccanismo simile. Il modo migliore per eliminare l'infiammazione dal tuo corpo è dare uno sguardo onesto a quali delle tue abitudini stanno avendo conseguenze negative sulla tua salute. Se la tua cattiva abitudine non è dormire abbastanza o trattenere le tue emozioni, non sei fuori dai guai. Questi tipi di comportamenti possono anche portare a reazioni infiammatorie dannose.

Agisci contro l'infiammazione

Sapere cosa causa l'infiammazione è solo metà della battaglia. Devi anche sapere come combatterlo.

Esistono mezzi farmaceutici per calmare l'infiammazione come i FANS o gli steroidi. Questi potrebbero esserti utili a seconda della causa della tua infiammazione e di come si presenta. Sebbene i farmaci abbiano un ruolo prezioso nel trattamento di alcune infiammazioni, è anche utile sapere che esistono anche modi naturali per affrontare il problema.

Le tossine quotidiane che incontriamo dall'aria che respiriamo, i prodotti che usiamo sul nostro corpo e intorno alle nostre case, i farmaci che assumiamo e gli alimenti che mangiamo contribuiscono anche all'infiammazione cronica. Se riesci a ridurre la tua esposizione a questi elementi, puoi ridurre la quantità di infiammazione sistemica nel tuo corpo. Ecco alcuni dei modi più efficaci per affrontare l'infiammazione in modo naturale.

  • Segui una dieta ricca di cibi ricchi di nutrienti e antinfiammatori. Insieme a questo, riduci la quantità di zucchero trasformato, grassi saturi e sodio che permetti nel piatto. Ecco un breve elenco di alcuni dei migliori cibi antinfiammatori da includere nella tua dieta.

Verdure a foglia verde scuro tra cui, cavolo cappuccio, cime di rapa, spinaci, cavoli e bietole.

Pesce ricco di acidi grassi omega 3 come tonno, sgombro e salmone

Abbondanza di antiossidante e verdure ricche di fibre come broccoli, barbabietole, bok choy e cavoli.

Bacche di tutti i tipi, compresi mirtilli, more, fragole, lamponi, bacche di acai e ciliegie

Frutta a guscio, in particolare noci e mandorle

Spezie antinfiammatorie, che sono tipicamente le spezie riscaldanti come curcuma, cannella, zenzero, pepe di Caienna e aglio.

Tè verde

Piatti da dispensa come olio d'oliva, semi di chia, semi di lino e non dimenticare il cioccolato fondente.

  • Mantieni il tuo corpo in movimento. L'esercizio fisico regolare aiuta a combattere l'infiammazione riducendo lo stress e aiutandoti a mantenere o raggiungere un peso sano. Fare esercizio da tre a cinque volte a settimana è ottimale per ridurre l'infiammazione. Ricorda che sforzarti troppo o provare un livello di attività che il tuo corpo non è ancora pronto può metterti a rischio di lesioni e ancora più infiammazione.
  • Cerca dei modi per ridurre la quantità di stress che hai nella tua vita. Ci sono modifiche che puoi apportare per rimuovere i trigger di stress? È tempo di cercare un nuovo lavoro, valutare davvero una relazione in stallo, ridurre il disordine in casa, ecc.? Apportare questi cambiamenti può essere molto difficile, ma la tua salute ne vale la pena, lo prometto.
  • Prendi regolarmente un probiotico di qualità e goditi cibi probiotici come yogurt, kefir, kombucha e kimchi.
  • Cerca di evitare tossine inutili nella tua vita. Questo significa guardare i prodotti che usi sul tuo corpo e nella tua casa. Quando possibile, scegli aziende che offrono ingredienti naturali e privi di tossine o prova a realizzare tu stesso alcuni prodotti. Un detergente per la casa multiuso può essere preparato con acqua, aceto, succo di limone e il tuo olio essenziale preferito. Una manciata di sale Epsom e le tue erbe o oli essenziali preferiti possono sostituire il tuo bagnoschiuma profumato chimicamente. Una lussuosa miscela di zucchero e olio di mandorle crea un meraviglioso scrub per il corpo. Questi sono solo alcuni esempi di alcuni dei piccoli cambiamenti che possono fare una grande differenza.

Combattere l'infiammazione cronica non riguarda un grande atto, ma piuttosto una serie di atti più piccoli. Sono i piccoli momenti, le piccole scelte che facciamo che spesso possono influenzare la nostra salute. L'infiammazione cronica è grave e, se ne ha la possibilità, può prendere il sopravvento sulla tua vita. Hai il potere di controllare l'infiammazione e impedire che accada. Vivere una vita che evidenzi ciò che è naturale, che sia intuitivamente sano e che riempia la tua anima di felicità è la cosa migliore che puoi fare per goderti ogni giorno la libertà dall'infiammazione.

Leave a comment

All comments are moderated before being published